Ciclo mestruale e dolori, ecco cosa bisogna sapere

Sia che si tratti di dolore addominale che preoccupa per giorni o che sia un male mite, la sindrome mestruale non è estranea ai crampi. Ma prima di dare per scontato che è normale il dolore nel proprio periodo, ci sono un paio di cose che dovreste sapere. Se si soffre di crampi lievi che possono essere affrontati con antidolorifici allora si tratta probabilmente di nulla preoccupante.

I prodotti chimici del corpo chiamati prostaglandine ,innescano contrazioni uterine che portano al dolore e  al disagio. I farmaci anti-infiammatori domano il dolore proveniente dalle prostaglandine.  Se invece il dolore e la pressione arrivano nella pelvi, bisogna iniziare a fare attenzione.

In caso di dolore e una sensazione di moderata pressione nella pelvi in tutto il periodo del ciclo, i fibromi potrebbero essere il possibile colpevole. Se si dispone di fibromi, i vostri periodi possono durare più a lungo di 7 giorni o il flusso può essere così pesante che potrebbe essere necessario cambiarsi ogni una o due ore.

Se si soffre di gravi dolori al basso addome e dolori nella schiena e le cosce, allora è bene consultare il medico. L’endometriosi porta normalmente a brutti dolori al basso addome e, talvolta, comporta anche dolore alla schiena e alle cosce.

Prendere un antidolorifico può aiutare a ridurre il dolore, un flusso mestruale pesante accompagnato da dolori addominali e alla parte bassa della schiena può essere un segno significativo di questa condizione. Assicurarsi quindi, in casi come questo, un appuntamento con il ginecologo se si notano questi sintomi.

Quando il dolore pelvico è accompagnato da febbre e minzione dolorosa, allora lo scenario cambia. Se il dolore pelvico persiste per giorni ed è accompagnato da febbre e minzione dolorosa, potrebbe esserci un segno di malattia infiammatoria pelvica (PID). Il risultato potrebbe essere di gonorrea o clamidia non trattata.

Quindi, se si soffre di uno qualsiasi di questi sintomi, è fondamentale che si effettui un appuntamento con il medico , anche sotto forma di emergenza.