Come medicare una ferita chirurgica

E’ molto importante saper medicare una ferita chirurgica, in modo da prevenire l’insorgere di eventuali infezioni di grave entità e favorire il processo di guarigione. Questo articolo descrive le procedure standard della medicazione di ferita chirurgica, pertanto si consiglia di chiedere sempre un parere medico al riguardo.

Tecnica di base per medicare una ferita chirurgica. Innanzitutto preparate tutto l’occorrente che dovrete avere sempre a portata di mano durante la medicazione. Il materiale necessario è il seguente: guanti in lattice, acqua ossigenata, garza sterile, cotone e cerotto. Inoltre, tenete sempre a portata di mano un cestino per i rifiuti.
Passiamo adesso alla medicazione vera e propria. Prima di procedere però, lavate accuratamente le mani con acqua e sapone, per evitare la trasmissione di infezioni al paziente. Eliminate a questo punto il bendaggio presente in sede, fatelo con delicatezza ma in modo deciso. Nel caso in cui la garza si sia attaccata alla ferita, inumiditela con un po acqua ossigenata.

Gettate il materiale rimosso nel contenitore dei rifiuti e procedete con le operazioni di disinfettaggio della ferita. Imbevete un batuffolo di cotone con l’acqua ossigenata ed eseguite movimenti delicati sulla ferita, muovendovi dal centro verso l’esterno, in modo da allontanare i microbi dalla zona interessata.

A questo punto procedete all’asciugatura con un nuovo batuffolo di cotone, sempre nel medesimo modo, ed infine attaccate il cerotto facendolo aderire bene tutto attorno alla ferita.