Dieta Lemme, attenzione ai rischi: gli esperti la sconsigliano, ecco il motivo

E’ ormai da parecchio tempo che si sente parlare della dieta Lemme ovvero una “dieta” ideata e presentata dal dottor Lemme, intervenuto parecchie volte nella trasmissione Domenica Live, condotta da Barbara D’Urso. Ad aver pubblicizzato la dieta Lemme, è stato Flavio Briatore il quale grazie a questo regime alimentare specifico è riuscito a perdere molti chili, ovvero circa 17 chili in pochi mesi, ma testimonianze arrivano anche da Simona Tagli, la quale dice di aver perso ben 24 chili in un solo mese con la dieta Lemme. “Una filosofia alimentare, dove il cibo si usa come un farmaco”, è questo sostanzialmente quanto dichiarato dal farmacista Alberico Lemme da Desio in provincia di Monza.

Ecco un tipico esempio di menù della dieta Lemme: tanto cibo, a cominciare dalla colazione, tanta carne, tanto sale; ad esempio Briatore ha raccontato di aver mangiato a colazione 400 grammi di spaghetti aglio olio e peperoncino, a pranzo una costata di manzo da 1,2 chili e 700 grammi di asparagi e spinaci alla sera.Inevitabilmente queste dichiarazioni hanno dato adito a parecchie polemiche, ed i dietologi si sono divisi, alcuni contestano questo regime alimentare, mentre altri sembrano essere a favore.

Tra i contrari, è intervenuto Antonio Caretto, il Presidente dell’Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica e responsabile dell’Unità di dietologia e nutrizione clinica dell’Ospedale Perrino di Brindisi intervistato dalla Stampa, il quale ha dichiarato che sulla base degli schemi alimentari presentati, è normale che possa verificarsi un calo importante di peso, ma le perplessità sono concentrate più sul fatto che il soggetto è sottoposto ad una dieta comunque ricca di calorie soprattutto alla mattina, mentre poi durante il giorno vengono consumati per lo più alimenti dal basso apporto calorico. “Rimane il dubbio relativamente alla natura iperproteica di questo regime alimentare, dal momento che la quantità degli alimenti da consumare nell’arco della giornata è lasciata alla libera interpretazione del paziente”, ha aggiunto ancora Antonio Caretto.

1 commento

Comments are closed.