Dieta mediterranea, regime alimentare che riduce il rischio di cancro al seno

La dieta mediterranea rappresenta un ottimo regime alimentare, non solo per le proprietà nutritive eccellenti ma anche per il fatto che ridurrebbe anche il rischio di contrarre il cancro al seno.

Il rischio di cancro al seno si tiene sotto controllo, grazie alla dieta mediterranea. Mangiare regolarmente olio di oliva, frutta, pesce, verdura, noci e cereali integrali, infatti, ridurrebbe drasticamente le possibilità di ammalarsi.

Ad affermarlo, gli scienziati del Maastricht University Medical Centre di Maastricht che hanno condotto una ricerca lunga 20 anni e pubblicata sulla rivista International Journal of Cancer. Questo regime alimentare, da sempre considerato salutare, aiuterebbe anche a prevenire l’insorgere del tumore alla mammella ER/PR negativo, cioè che risulta negativo ai recettori di estrogeni e progesterone. Questa tipologia di cancro al seno, infatti, emerge, principalmente, nelle donne in menopausa e per la quale non può essere attuata la terapia ormonale.

Lo studio si è avvalso del coinvolgimento di 62,543 donne olandesi, tra i 55 e i 69 anni, che avevano preso parte al Netherlands Cohort Study. Ogni partecipante alla ricerca è stata monitorata durante la sua alimentazione e si è scoperto che proprio la dieta mediterranea aiuta a diminuire il rischio di tumore alla mammella. La frutta secca, in particolare, ha un effetto benefico sulla salute.

Nello specifico, oltre alla frutta secca e, in particolare le noci, anche il pesce: come osservano i ricercatori, se tutti mangiassero seguendo il regime alimentare mediterraneo, ci sarebbe una diminuzione di 1/3 dei casi di cancro al seno ER/PR negativo e, in generale di 2/3 dei tumori alla mammella.

Come ribadisce Piet A. van den Brand, principale autore dello studio, “La nostra ricerca può aiutarci a fare luce su come i modelli alimentari possano influenzare il rischio di sviluppare il cancro. Abbiamo trovato un forte legame tra la dieta mediterranea e la riduzione del rischio di cancro al seno ER/PR negativo tra le donne in post-menopausa, anche in una popolazione che non fa parte dell’area mediterranea. Questo tipo di tumore alla mammella di solito ha una prognosi peggiore degli altri tipi di cancro al seno”.