Endometriosi, cos’è e come si cura questa patologia femminile

Ecco quali sono i sintomi e le principali terapie per contrastare gli effetti dell'endometriosi.

Endometriosi rimedi sintomi
Sintomi e rimedi efficaci per l'endometriosi

L’endometriosi è una patologia cronica, che consiste nella presenza anomala di endometrio, cioè di un tessuto che dovrebbe rivestire solo la parte interna dell’utero, ma che in questo caso è riscontrabile anche nelle ovaie, nelle tube, nel peritoneo, nella vagina e nell’intestino.

 

Quali sono i sintomi dell’endometriosi

Una delle conseguenze dell’endometriosi è il sanguinamento interno durante il periodo delle mestruazioni, che irrita gli organi e le ghiandole lungo la zona in cui le infiammazioni sono localizzate. Il sanguinamento continuo provoca delle lesioni dolorose, la presenza di tessuto cicatriziale e di aderenze, che aumentano con il progredire della patologia. Una delle conseguenze dell’endometriosi può essere l’infertilità.

Vediamo nel dettaglio tutti i sintomi dell’endometriosi:

  • Dolori addominali o pelvici: Si localizzano partendo dalla zona sottostante il seno fino a prolungarsi lungo l’area del pube. Possono sopraggiungere in concomitanza del ciclo, per poi scomparire, o addirittura durare per tutto il mese nei casi più gravi.
  • Dolori durante e dopo i rapporti sessuali: Proprio a causa delle infiammazioni, è possibile che i rapporti sessuali irritino ancor di più la zona del collo uterino.
  • Stitichezza o diarrea: Stitichezza e diarrea di solito si alternano nel corso del mese nei soggetti affetti da endometriosi.
  • Dismenorrea: Uno dei sintomi più diffusi è sicuramente la dismenorrea, cioè le mestruazioni dolorose che provocano irritazioni lungo il basso ventre.
  • Menorragia: Altro sintomo è sicuramente la menorragia, cioè il flusso mestruale abbondante e più liquido della norma.
  • Perdite si sangue: Le perdite di sangue possono verificarsi anche in periodi del mese lontani dalle mestruazioni. Possono fuoriuscire dal canale urinario, dalla vagina come anche dal retto.

 

Come si cura l’endometriosi

Gli studi scientifici in corso non sono riusciti a trovare una cura definitiva a questa patologia. Esistono, tuttavia, dei rimedi che hanno la capacità di diminuire i dolori provocati dall’endometriosi o di arrestare momentaneamente il corso della malattia. Vediamo insieme di quali si tratta:

  • Utilizzo di FANS: I farmaci anti-infiammatori non steroidei riescono a diminuire la percezione del dolore e a diminuire l’infiammazione nelle zone colpite dall’endometriosi. L’abuso di tali farmaci, però, può causare effetti collaterali che spesso coincidono con i sintomi stessi dell’endometriosi.
  • Uso di farmaci antagonisti dell’ormone di rilascio delle gonadotropine: Questo tipo di farmaci ha il fine di simulare una menopausa artificiale e temporanea, evitando quindi i dolori e lo sviluppo dell’endometriosi. Tra gli effetti collaterali vi sono quelli tipici della menopausa, come le vampate di calore, l’irritabilità, l’aumento di peso, ecc.
  • La terapia a base di androgeni: Anche in questo caso si procede antagonizzando gli estrogeni e il progesterone. Questo tipo di terapia può portare a effetti collaterali di tipo androgenico come l’acne, l’irsutismo, la virilizzazione, ecc.
  • L’uso di estroprogestinici combinati: In alcuni casi, la combinazione di pillola anticoncezionale, di anello vaginale, di spirale e di altre terapie può diminuire l’infiammazione causata dalla patologia. Gli effetti indesiderati possono essere la nausea, la cefalea, il calo del desiderio, ecc.
  • La terapia chirurgica: Tramite laparoscopia o per mezzo di laparotomia, vengono eliminate le lesioni vistose e maggiormente sviluppate, provocate dall’endometriosi.

 

 

Potresti essere interessato anche a