Il fegato sotto controllo grazie a un test

Si tratta di un ottimo vantaggio per chi soffre di epatite C e deve tenere sotto controllo l’evoluzione dell’infezione per verificare che non degeneri in malattie più gravi. Circa un milione e mezzo di persone in Italia hanno questo problema.

Spesso rimane silente per anni, senza dare sintomi ma può causare la cirrosi epatica o, in casi peggiori, il tumore al fegato.

Per questo è davvero importante tenere sotto controllo l’evoluzione dell’epatite, in modo da scovare subito segnali d’allerta. La prima spia è la presenza e l’accumulo di fibrosi nei tessuti che è indice di un’infiammazione in corso.

I tessuti epatici sono legati da una sorta di impalcatura detta matrice, che permette i normali scambi tra le cellule. In un fegato sano la matrice è costituita da una trama molto leggera e delicata. In caso di fibrosi, è molto più indurita, come fosse formata da tante cicatrici. Con lo scorrere del tempo, se la fibrosi si aggrava, il fegato non riesce a portare più avanti le sue normali funzioni.

Finora l’unica via per valutare il problema era la biopsia. Si tratta del prelievo, effettuato con un ago molto sottile e sotto guida ecografica, di un campione di tessuto da far analizzare in laboratorio. Stiamo parlando di un esame invasivo che richiede un giorno di ricovero in ospedale.

Adesso, grazie al nuovo test, è possibile farne a meno. Solo quando il risultato del Fibrotest lascia qualche dubbio bisogna ricorrere alla biopsia per analizzare direttamente i tessuti.

In ogni caso l’equipe dell’ospedale di Mestre in collaborazione con l’Università di Padova ha realizzato uno studio che ne garantisce l’efficacia.

Il Fibrotest è semplice. Si esegue un normale prelievo del sangue. I dati ottenuti vengono inseriti dal biologo sul sito internet www.biopredictive.com. Un programma li elabora combinandoli tra loro e fornendo all’istante il risultato.

Il test costa dai settanta ai cento euro e ha un’affidabilità del 95%.

Ovviamente il riscontro finale è l’analisi dello specialista.