Fitoterapia e acne: aiutarsi con la bardana

Definizione di acne: affezione della pelle legata a una ritenzione di sebo che forma comedoni (formazioni cutanee caratterizzate dalla presenza di “tappi ” di cheratina che si formano all’interno dell’ostio follicolare della ghiandola sebacea che si presentano sovente come punti neri ) nei quali proliferano i batteri responsabili della formazione delle pustole. In commercio esistono svariati prodotti cosmetici sotto forma di pomate, oli, gel, ecc. ed in particolare la fitoterapia riveste un ruolo importante nella cura dell’acne.

La Bardana, molto diffusa in Italia, è una pianta erbacea biennale a foglie basali molto grandi nel primo anno di vegetazione fra le quali, nel secondo anno, spunta il fusto floreale alto fino a 2 m. Per presentare in sintesi le tante proprietà di questa pianta si può dire che svolge azione diuretica, depurativa e favorisce la traspirazione cutanea. E’ utilizzata moltissimo per trattare appunto l’acne ma anche l’eczema, le infezioni cutanee, i foruncoli, gli ascessi e la psoriasi.

Il suo maggior principio attivo è l’inulina, un glucide che ha un’azione molto simile alla penicillina, inoltre l’azione antimicotica ed antibatterica è potenziata anche grazie alla presenza di alcuni polieni che hanno proprio delle caratteristiche antisettiche. La sua azione curativa è potenziata da quelle proprietà depurative di cui sopra.

Le sostanze responsabili dell’effetto depurante sono gli acidi alcolici che riescono a drenare dall’organismo tutte le tossine che contribuiscono alla comparsa dei foruncoli, agendo sul fegato e sui reni. L’uso di questa modesta e umile pianta è raccomandato in genere per trattare tutti i problemi derivanti dalla pelle grassa.

Per uso esterno si usa un decotto, come impacco o come lozione, preparato facendo bollire 50 gr di radice di bardana in 1 litro d’acqua per 5-10 minuti e lasciando poi macerare a fiamma spenta per 20 minuti.

Un aspetto interessante è l’associazione che si può fare con la viola tricolor (viola del pensiero) nel trattamento dell’acne come potenziamento delle proprietà della bardana. Di solito si può impostare un ciclo di trattamento di ca. 2 o 3 mesi in cui il ragazzo deve assumere 50 gocce di bardana e 50 gocce di viola, insieme o separatamente, tre volte al giorno prima dei pasti.

E’ veramente incredibile come una pianta così comune ed umile nasconda così tante proprietà. La bardana viene usata anche in cucina, esistono infatti numerosissime ricette che richiedono la bardana come ingrediente principale.

Per ulteriori informazioni riguardo i rimedi naturali leggere questo articolo.

2 Trackbacks / Pingbacks

  1. I rimedi naturali contro l'acne » Blog Salute
  2. Come curare il viso dalle cicatrici da acne » Blog Salute

I commenti sono bloccati.