Foglia di spinaci trasformata in tessuto cardiaco, le nuove forme di rigenerazione dei tessuti

Si compie un passo avanti per quel che concerne la rigenerazione dei tessuti, partendo da una foglia di spinaci, trasformata in tessuto cardiaco. Le novità dal mondo della scienza.

Sembrerà scontato dirlo, ma pare che la natura abbia le risposte a qualsiasi problema. Un gruppo di scienziati del  Worcester Polytechnic Institute, infatti, ha avviato una ricerca molto singolare che ha visto come protagonista una foglia di spinaci trasformata in tessuto cardiaco artificiale, o meglio, vegetale. Lo studio è stato descritto su “Biomaterials”.

 

Questa è l’immagine della “foglia cuore“, trasformata in tessuto cardiaco. Per effettuare questa eccezionale mutazione, gli scienziati hanno privato la foglia delle sue cellule vegetali, lasciando solo l’impalcatura venosa e la struttura di cellulosa, che non comporta danni all’organismo umano. “L’impalcatura di cellulosa così ottenuta è stata quindi utilizzata per far crescere cellule di cuore umano, che sono state nutrite sfruttando il sistema vascolare della foglia”, spiegano i ricercatori. In breve tempo è stato ottenuto un frammento del tessuto cardiaco completo di vasi perfettamente funzionanti.

Glenn Gaudette e Joshua Gershlak hanno avuto questa insolita e particolare idea di trasformare una foglia di spinaci in tessuto cardiaco, durante la pausa pranzo. Infatti, come essi stessi hanno dichiarato, “nuovi modi per affrontare un problema medico molto importante: la mancanza di donatori di organi”. Un’idea che, se riuscirà ad avere attuazione e risonanza nel mondo scientifico in via definitiva, potrà salvare la vita a tanti pazienti che, per via delle lunghe attese, muoiono non riuscendo ad ottenere il trapianto dell’organo non funzionante. Delle 100mila persone registrate negli Usa, infatti, quasi 20 muoiono ogni giorno in attesa di un’operazione di trapianto d’organi.

Pertanto, la nuova tecnica potrebbe portare alla realizzazione di organi cardiaci funzionanti, anche grazie all’aiuto di stampanti 3D e permette a tante persone di condurre una vita normale, grazie all’abbattimento delle liste d’attesa.

About Daniela Caruso 47 Articoli
Sono laureata in Culture Digitali e della Comunicazione alla triennale e in Comunicazione Pubblica, Sociale e Politica alla magistrale . Amo il mondo del web e della tecnologia, nelle sue molteplici sfumature.