Plastica nel nostro organismo mangiando pesce, ben 11 mila pezzi all’anno ingeriti

A causa dell’inquinamento del mare, il pesce che arriva sulle nostre tavole è intriso di plastica.

Per tale ragione, ogni anno arriviamo ad ingerire più di 11 mila frammenti di plastica, semplicemente mangiando il pesce fresco e mitili. Una situazione preoccupante che ha fatto lanciare l’allarme degli scienziati della University of Ghent in Belgio. I ricercatori hanno rilevato che le microplastiche che ingeriamo, ogni qualvolta degustiamo un piatto a base di pesce, potrebbero rappresentare, a lungo termine, un elevato rischio per la salute.

Certamente, 11 mila frammenti di plastica, ingeriti ogni anno, non possono far, di certo, bene al nostro organismo. Ciò accade perché gli oceani sono sempre più intrisi di rifiuti e, in particolare, di plastica che, come in molti saprete, non è biodegradabile e ci mette centinaia di anni prima di essere smaltita nell’ambente. Sicuramente, la situazione in cui versano, attualmente, gli oceani è nota, anche se il problema non è stato ancora risolto.

Secondo uno studio, intitolato “The New Plastics Economy: Rethinking the future of plastics”, realizzato dal World Economic Forum in collaborazione con la Ellen MacArthur Foundation, tra 35 anni gli oceani potrebbero ospitare più bottiglie di plastica che fauna marina. Ciò che accade è molto semplice: il 99% di questi frammenti che riguardano, in sostanza, rifiuti di plastica che arrivano dai fiumi, fino a spezzettarsi in unità sempre più piccole, fino a diventare microplastiche, vengono ingerite dia consumatori mediante gli alimenti derivati dal mercato ittico.

Come ha spiegato Colin Janssen, uno degli autori della ricerca, “Abbiamo dimostrato che questi frammenti entrano nel nostro corpo attraverso il pesce che ingeriamo e possono rimanerci per un po’ di tempo. Quindi abbiamo bisogno di capire che fine fa quella plastica. Dove va a finire? Viene inglobata e ‘dimenticata’ dal corpo oppure causa infezioni o altri danni? Non lo sappiamo, ma dovremmo saperlo”.

Se non si metterà un freno all’inquinamento dei mari entro la fine del secolo, le persone arriveranno a ingerire circa 780 mila pezzi di plastica all’anno, assorbendone ben 4000 mediante il sistema digerente. Questo è quanto affermato dai ricercatori belgi.