Salute e alimentazione, le etichette sono la carta d’identità degli alimenti: ecco cosa evitare

E’ importante conoscere la provenienza ma anche la composizione dei prodotti che acquistiamo quando andiamo a fare la spesa, è questo quanto sostanzialmente dichiarato dagli esperti. In tanti privilegiano i prodotti di marca, altri quelli realizzati con materie prime di qualità superiore, ma molti altri invece scelgono prodotti a basso costo ma analizzando comunque tutte le etichette per poter capire se si tratta di un prodotto genuino o meno. “E’ facile fare la spesa, se sai leggere l’etichetta”, è questo quanto dichiarato da Enrico Cinotti il quale attraverso il suo nuovo libro ha voluto dare dei consigli ai consumatori, invitandoli a consultare bene le etichette dei prodotti prima di acquistarli e sopratutto prima di consumarli. E’ importante saper leggere le etichette, dunque, visto che in queste dietro sigle misteriose possono nascondersi allergeni, edulcoranti, esaltatori di sapidità e tanto altro dei quali sappiamo più o meno nulla.

Secondo quanto aggiunto da Enrico Cinotti nel suo libro edito dalla Newton Compton, è molto facile fare la spesa sapendo leggere l’etichetta, che si presenta più o meno come una sorta di carta d’identità. Spesso, dunque, il cibo esposto sugli scaffali dei supermercati nasconde delle insidie per la nostra salute e per questo motivo oggi vogliamo dei consigli e soprattutto indicarvi sei principi additivi che sarebbe meglio evitare, ma che purtroppo molto spesso vengono nascosti dietro misteriose sigle.

Tra questi, citiamo ad esempio:- gli allergeni, che sulle etichette devono necessariamente essere distinti da alti ingredienti per dimensione, stile o colore; – coloranti, i quali vengono utilizzati per rendere i cibi più appetibili ed interessanti; – conservanti, i quali nonostante siano importanti perché evitano la proliferazione dei microrganismi ma è bene non abusarne soprattutto del nitrato di potassio, del nitrito di potassio, del nitrito di sodio;- esaltatori di sapidità, tra i quali il più noto è il glutammato di sodio indicato con la dicitura E621 che viene aggiunto nei cibi molto spesso per nascondere i difetti di qualità e spesso sono fonte di possibili allergie.

1 commento

Comments are closed.